Luigi Pignatelli

 

 riceviamo e pubblichiamo

Civil Courage against Discrimination – CCaD

Marzo, responsabile Gruppo Giovani del Presidio Arcigay tarantino, è a Roma per una formazione ErasmusPlus contro le discriminazioni L’Hermes Academy e Strambopoli – Presidio Arcigay nella provincia di Taranto proseguono l’attività di formazione internazionale, con il supporto finanziario del programma Erasmus+ e grazie ai contributi liberali di alcuni/e/* soci/ie/* e simpatizzanti, FLC CGIL e Sud Est Donne. Dopo l’arricchente sorpresa di GoDeep (Grottaglie, ottobre 2016), la straordinaria esperienza di Gay and Happy (Rosario in Argentina e Porto Alegre in Brasile, aprile 2017), il profondo lavoro su se stessi/e/* dentro e fuori dal gruppo di lavoro de The Bearable Lightness of Being a Youth Worker (Apšuciems in Lettonia, gennaio 2018), la Youth Exchange di Eye Opener per i minorenni Aneis Maggio e Flavio Ferrari accompagnati da Paolo Verdolino (De Glinde nei Paesi Bassi, febbraio 2018), la prima avventurosa fase di A Kind of Magic (Olomouc in Repubblica Ceca, febbraio 2018), la North-South Partnership Building Activity Making the Difference (Altafjord in Norvegia, febbraio/marzo 2018), il workshop Face It per Ylenia Taranto (Budapest in Ungheria, marzo 2018), lo studio delle NGO Resources – Human, Personal, Financial Resources (Kandersteg in Svizzera, marzo 2018), la prima intensiva fase di Inclusion in ACTion (full immersion nel Social Theatre in Ungheria tra marzo e aprile 2018), la Città dei Due Mari rappresenta ancora una volta l’Italia in un nuovo progetto europeo. Dal 15 al 22 aprile Federico Marzo, membro dell’Associazione Culturale Hermes Academy e responsabile Gruppo Giovani del Presidio Arcigay tarantino, è a Roma, per prendere parte al progetto internazionale “Civil Courage against Discrimination – CCaD”, insieme con altri/e/* 23 partecipanti provenienti da Estonia, Italy, Romania, Ungheria. In verità, ad essere stato selezionato è il presidente Luigi Pignatelli, coordinatore dello Sportello Migranti Arcobaleno (più volte elogiato dall’UNHCR), già educatore in centri di prima e seconda accoglienza per migranti, ma l’artista e militante tarantino, in questi giorni impegnato in Georgia nel progetto internazionale “PlusAid1 – Welcome Refugees”, ha preferito dare questa possibilità di crescita personale e professionale al giovane studente Marzo. Realizzata con il supporto finanziario del programma Erasmus+, l’attività formativa (in inglese) ha luogo presso la Domus Urbis, in Via Della Bufalotta e si pone come obiettivo quello di promuovere nelle nostre società un approccio e un atteggiamento positivo verso l’inclusione delle giovani donne migranti e di dotare i/le/* giovani lavoratori/trici/t* di nuove competenze e metodi, come approcci di coraggio civile. «Attraverso la sua implementazione – dichiara gli/le organizzatori/trici – vorremmo favorire l’inclusione di giovani donne migranti sopra i 18 anni nelle nostre società, superando stereotipi e pregiudizi; dotare gli/le/* animatori/trici/t* giovanili di strumenti e competenze per favorire l’inclusione delle giovani donne migranti; sviluppare abilità di coraggio civile per contrastare le pratiche di discriminazione a livello locale; scambiare buone pratiche sull’inclusione delle giovani donne migranti, creando reti locali per sostenerlo. Il progetto CCaD contribuisce alla sensibilizzazione dei/delle/de* partecipanti e delle loro organizzazioni a questioni delicate relative alle giovani donne migranti in tutta Europa.

 

Luigi Pignatelli