-------Oggi è: --------

 riceviamo e pubblichiamo

Da domani a Taranto Uomini Maltrattanti e Maltrattati insieme in C.U.M.M.

 

È un’autentica sfida al cambiamento nell’approccio alla violenza sulle donne: colpire il male alla sua origine, senza aspettare che si manifesti, intervenendo proprio sul mondo maschile da cui proviene. A Taranto oggi si può: nasce nel capoluogo jonico l’associazione C.U.M.M. (Centroascolto Uomini Maltrattanti e Maltrattati), la prima esperienza di questo genere nel Meridione, che inaugura un centro di ascolto. L’iniziativa trae origine dal desiderio e dalla consapevolezza della necessità di prendere in carico gli uomini autori di comportamenti violenti nei confronti delle donne, prima che gli atti violenti insorgano o si ripetano, ma anche quegli uomini che rientrano invece nella categoria dei maltrattati, perché anche questo è un fenomeno che oggi, in relazione al suo tenore crescente, merita la giusta attenzione e considerazione. L’Associazione C.U.M.M. (Centroascolto Uomini Maltrattanti e Maltrattati) sarà presentata, alle ore 18 di venerdì 27 aprile, in una manifestazione che si terrà presso Palazzo Pantaleo, in Vico Civico nel Centro Storico; l’evento è patrocinato da Centro Servizi Volontariato di Taranto, Comune di Taranto e ASL Taranto. I lavori, moderati da Maria Pasanisi, esperta in politiche di genere, saranno aperti dai saluti istituzionali di Francesco Riondino, presidente del Centro Servizi Volontariato di Taranto, e di Simona Scarpati, assessore ai Servizi Sociali del Comune di Taranto. La presentazione dell’Associazione C.U.M.M. di Taranto sarà a cura della presidente, l’avvocato Stefania Cantoro, seguita dagli interventi di Fiorella Palazzo, magistrato e Presidente della Sezione Civile del Tribunale di Brindisi, e di Sabina Sabatini, psicologa e psicoterapeuta. Obiettivo prioritario dell’Associazione CU.M.M. è proteggere le donne da ogni forma di violenza e prevenire i comportamenti violenti, sia fisici che psicologici, verso l’universo femminile e la famiglia in genere. Gli operatori del C.U.M.M. si occuperanno di aiutare e sostenere gli uomini maltrattanti le donne e gli uomini maltrattati, in particolare portandoli a riflettere sui loro comportamenti e problematiche relazionali; sarà operata la loro accoglienza mediante percorsi individuali, anche psicoterapeutici, e gruppi laboratoriali mirati al cambiamento nella gestione degli aspetti legati alla violenza e al maltrattamento. Scopo del C.U.M.M. è quindi indirizzare l’uomo a riconoscere la necessità di divenire parte attiva nel cambiamento, per esempio imparando a controllare gli stati di ira e arrivando a riconoscersi nel ruolo di maltrattante: la consapevolezza, infatti, è il punto di partenza di un percorso di fuoriuscita dalla violenza e di ridefinizione di sé come individuo con altre potenzialità e possibilità. Il Centro di ascolto si occuperà anche di uomini che subiscono maltrattamenti da partner o da familiari, un fenomeno forse non ampio, ma pur sempre esistente; si tratta di comportamenti violenti da eliminare, al pari di quelli che le donne stanno purtroppo subendo in questo periodo storico.

 

Marco Amatimaggio

Cerca nel giornale

Pubblicità

Politica

  1. Locale
  2. Nazionale
  3. Regionale
  4. Dal Mondo
next
prev

Meteo

Meteo Puglia

Redazione Calabria

I nostri video

Informazioni

 www.oltreilfatto.it
 Tribunale di Taranto nr. 2/2015
 Editore: Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze

 via Principe Amedeo 378 - 74121 Taranto

Partita IVA 02754720734 - REA TA - 187168
Direttore Responsabile: dott. Francesco Ruggieri
e-mail: redazione@oltreilfatto.it

Opinion Maker

Chi sono gli Opinion Maker? Vuoi diventarlo? leggi QUI

 

VISITE

Copyright

2016 Tutti i diritti riservati Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze l'utilizzo anche parziale dei contenuti (testi , foto, video) è consentita solo su epressa autorizzazione e previo citazione della fonte.