-------Oggi è: --------

Regione Puglia

 

ASL pugliesi: a breve le nomine?
Si è conclusa la selezione dei 66 aspiranti alla nomina di direttore generale delle ASL di Bari, Brindisi e Taranto e del policlinico di Bari. La commissione (composta da Giovanni Campobasso in veste di componente della Regione Puglia, da Francesco Gabbrielli dell'Iss e da Giampaolo Grippa dell'Agenas), ha indicato, come prevede il decreto Lorenzin, una rosa di idonei (composta da un minimo di 3 candidati a un massimo di 5) per ogni ASL in questione e per il policlinico. Ora quindi spetterà  al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano scegliere dalla rosa indicata dalla commissione i nuovi d.g.
Scelte che in questi ultimi giorni sembrano essersi complicate notevolmente, considerato che due aspiranti d.g. molto gettonati, ovvero Vito Montanaro (in pole position per essere confermato alla guida della ASL BA) e Pietro Quinto (che sembrava destinato al policlinico barese), sono stati coinvolti in un'indagine della procura di Matera. Montanaro e Quinto attualmente sono rispettivamente ai domiciliari e in carcere.
Alla luce di questi ultimi eventi, sembra che l'orientamento del governatore Emiliano sia quello di attendere ancora un po' per le nomine, in maniera tale da aspettare il giudizio del tribunale del riesame su Montanaro, in maniera tale da rimetterlo in pista.
Ma è anche vero che la Regione non può perdere molto tempo, anzi dovrebbe stringere i tempi, perché la scelta di Emiliano dello scorso aprile di nominare autonomamente i commissari straordinari nelle ASL nelle quali i contratti dei d.g. erano scaduti è stata ritenuta dal ministero illegittima. Infatti, sempre secondo il decreto Lorenzin, la Regione Puglia avrebbe dovuto chiedere direttamente al ministero il commissariamento. L'unica scelta che la Regione avrebbe potuto fare in autonomia è dare le funzioni al direttore amministrativo.
Per la cronaca, lo ricordiamo, i commissari straordinari nominati dalla Regione Puglia la scorsa primavera sono gli stessi direttori generali uscenti, ovvero Vito Montanaro nella ASL Bari (ma dopo il suo arresto è stato sostituito dal direttore amministrativo Gianluca Capochiani), Giuseppe Pasqualone nella ASL Brindisi e Stefano Rossi alla ASL Taranto. Mentre il policlinico del capoluogo pugliese viene diretto da ottobre 2017 dal commissario straordinario Giancarlo Ruscitti, che ha preso il posto di Vitangelo Dattoli nominato d.g. agli "OO.RR." di Foggia.
Diversa invece la questione delle ASL Lecce e BT che sono dirette rispettivamente da Ottavio Narracci e Alessandro Delle Donne, nominati lo scorso febbraio,  ovvero quando ancora non era stato pubblicato l'albo nazionale dei manager delle ASL e aziende ospedaliere e la loro selezione tramite avviso pubblico.
A seguire (probabilmente dal 1 gennaio 2019), l'ospedale pediatrico "Giovanni XXIII" dovrebbe staccarsi dalla gestione del policlinico per diventare azienda indipendente. Questo ovviamente imporrà la nomina di un altro direttore generale.
Cosimo Lucaselli

Cerca nel giornale

Pubblicità

Fatti Opinioni e Appuntamenti

Politica

  1. Locale
  2. Nazionale
  3. Regionale
  4. Dal Mondo
next
prev

Meteo

Meteo Puglia

Redazione Calabria

I nostri video

Informazioni

 www.oltreilfatto.it
 Tribunale di Taranto nr. 2/2015
 Editore: Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze

 via Principe Amedeo 378 - 74121 Taranto

Partita IVA 02754720734 - REA TA - 187168
Direttore Responsabile: dott. Francesco Ruggieri
e-mail: redazione@oltreilfatto.it

Opinion Maker

Chi sono gli Opinion Maker? Vuoi diventarlo? leggi QUI

 

VISITE

Copyright

2016 Tutti i diritti riservati Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze l'utilizzo anche parziale dei contenuti (testi , foto, video) è consentita solo su epressa autorizzazione e previo citazione della fonte.