-------Oggi è: --------

 FILLEA

 

 riceviamo e pubblichiamo

FILLEA e FILCTEM CGIL chiedono chiarimenti a Acquedotto Pugliese

 

Chiediamo ad Acquedotto Pugliese di avere una visione d’assieme dei contratti d’appalto in scadenza o in fase di riassegnazione. La necessità sorge dall’opportunità di conoscere per tempo il futuro di un intero cartello produttivo-occupazionale che rischia, nel cambio di commesse, di essere stritolato da condizioni di lavoro peggiorative, modelli contrattuali calati dall’alto e, nella peggiore delle ipotesi, di rimanere escluso, malgrado la clausola sociale, dai nuovi lavori a causa dei tagli operati dal nuovo committente. Dopo il vertice la scorsa settimana in Provincia, i segretari della FILLEA CGIL e della FILCTEM CGIL di Taranto, Francesco Bardinella e Giordano Fumarola, richiamano l’attenzione dell’AQP e chiedono che nei prossimi incontri si possa discutere alla presenza della stazione appaltante. Non conosciamo i dettagli dell’appalto in discussione ora – spiegano Bardinella e Fumarola – e discutiamo con l’Associazione Temporanea di Imprese incaricata di lavori alla rete idrica fognante per  l’ambito 9 della nostra provincia, in carenza di informazioni dettagliate sul tipo di appalto. In questa condizione è naturale che il dibattito e la stessa trattativa siano falsate sul piano conoscitivo – scrivono ancora i segretari di categoria del comparto edile e di quello luce, acqua e gas – Piano di discussione che può essere chiarito solo dall’AQP che come ente di emanazione regionale ha il dovere di socializzare informazioni pubbliche che rischiano di pregiudicare in questo caso la vita di circa 30 famiglie. L’AQP viene dunque tirata dentro e invitata a partecipare al tavolo che tornerà a riunirsi il prossimo 27 febbraio. L’ATI che dovrà svolgere i lavori nella provincia di Taranto per conto di AQP si trincera dietro informazioni circa il tipo di appalto ricevuto, inferiore secondo i rappresentanti delle imprese in questione, rispetto all’appalto di manutenzione precedente – dicono i segretari di FILLEA e FILCTEM – Occorre capire se così è, ma anche perché l’Acquedotto Pugliese, di fronte ad un territorio con una innegabile difficoltà sul piano dell’approvvigionamento idrico e sul piano della rete fognante, decide di ridurre l’appalto delle manutenzioni riducendo così anche la forza lavoro impegnata su quel fronte. Valutiamo – dicono infine Fumarola e Bardinella – la necessità, di fronte a questo caso, di aprire una valutazione più ampia su gli appalti AQP e ci auguriamo che si possa entrare nel merito a stretto giro di posta per evitare di dover inasprire i toni di una vertenza che va risolta conoscendo presente ma anche prospettive di quel comparto.

 

Maristella Bagiolini

Cerca nel giornale

Pubblicità

Fatti Opinioni e Appuntamenti

  1. Editoriali
  2. Opinioni
  3. Appuntamenti
Image Retake: domenica 18 nuovo appuntamento
Venerdì, 16 Febbraio 2018
  Pulizia simnbolica nel quartiere Taranto 2 a partire dalle ore 10 Read More...
Image XIII Edizione “MEDICI PER SAN CIRO”
Venerdì, 26 Gennaio 2018
  Presentato il programma per la edizione 2018 Read More...
next
prev

Politica

  1. Locale
  2. Nazionale
  3. Regionale
  4. Dal Mondo
next
prev

Meteo

Meteo Puglia

Redazione Calabria

I nostri video

Informazioni

 www.oltreilfatto.it
 Tribunale di Taranto nr. 2/2015
 Editore: Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze

 via Principe Amedeo 378 - 74121 Taranto

Partita IVA 02754720734 - REA TA - 187168
Direttore Responsabile: dott. Francesco Ruggieri
e-mail: redazione@oltreilfatto.it

Opinion Maker

Chi sono gli Opinion Maker? Vuoi diventarlo? leggi QUI

 

VISITE

Copyright

2016 Tutti i diritti riservati Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze l'utilizzo anche parziale dei contenuti (testi , foto, video) è consentita solo su epressa autorizzazione e previo citazione della fonte.