-------Oggi è: --------

Piano di Riordino, COR: Emiliano, incassi la sonora batosta, e approfitti per riscriverlo nell’interesse dei pugliesi

riceviamo e pubblichiamo

Dichiarazione del gruppo dei Conservatori e Riformisti (Ignazio Zullo, Erio Congedo, Luigi Manca, Renato Perrini e Francesco Ventola)

La democrazia postuma genera sempre distorsioni.

Il Piano di Riordino Ospedaliero - preconfezionato dal presidente Emiliano con pochi intimi; redatto in modo ragionieristico e a priori senza ascoltare i territori; la presunzione di dargli una parvenza di “partecipazione” portandolo in Commissione senza far votare gli emendamenti – è stato sonoramente rispedito al mittente. Con l’aggravante di aprire anche una crisi politica all’interno della maggioranza. Noi a Sinistra ha votato contro. Mentre alcuni esponenti della stessa non hanno neppure partecipato al voto. Risultato finale: 5 a 5.

Già ieri, all’apertura dei lavori, come Conservatori e Riformisti avevamo deciso di non partecipare alla Fiera degli Emendamenti di un Governo, Emiliano-Gorgoni, che recitava la parte di chi da un orecchio faceva finta di ascoltare e con la mano non modificava neppure un numero. O meglio a qualche cambiamento abbiamo assistito a seconda del “peso politico” in maggioranza del proponente. Contentini per zittire qualche malpancista, ma evidentemente erano in tanti ad avere problemi di pancia. E così ci siamo ritrovati di fronte a  una coalizione di centrosinistra che non ha fatto suo e difeso il Piano di Riordino e che in modo campanilistico si è accontentata di qualche briciola territoriale per poi mandare al macero il Documento nel complesso.

Ora ci auguriamo che il presidente Emiliano, incassata la sonora batosta, cambi rotta e non prosegua nell’iter di andare alla conta in Consiglio regionale sfidando parti della sua maggioranza. La Salute è una cosa seria, che non può essere palcoscenico di vendette politiche e partitiche.

Questa è l’occasione di rivedere il tutto, proprio nell’ottica che il Piano non può essere emendato, ma va riscritto completamente. E’ l’occasione perché vengano fatte quelle analisi demografiche ed epidemiologiche, quelle valutazioni strutturali e tecnologiche, così come quelle di sostenibilità economica. La Sanità pugliese per l’ennesima volta si armerà di pazienza, facendo slittare di qualche mese l’approvazione, ma alla fine avremo, tutti insieme, contribuito a renderla migliore. Questa volta per davvero.

Bari, 20 settembre 2016

 
 

Parco naturale Terra delle Gravine,

Perrini (Cor): subito un tavolo tecnico

 

 

 

 

 

 

riceviamo e pubblichiamo

Di seguito le dichiarazioni del consigliere regionale Renato Perrini.

E’ arrivato il momento di rilanciare il Parco naturale regionale “Terra delle Gravine”. Come? La regione Puglia, deve convocare un tavolo tecnico al quale invitare la Provincia di Taranto in quanto ente gestore, i sindaci dei comuni interessati all’area parco e le associazioni di categoria e non. Chiedo anche che tutti i consiglieri regionale del tarantino s’impegnino a partecipare a tale tavolo. Negli anni sono stati proposti piani di gestione, strategie, progetti, iniziative spot promosse dai singoli territori, ma nella sostanza è mancata una proposta complessiva, omogenea e organica che porti lavoro, indotto, turismo di settore, sostenibile e di qualità, e che quindi sia in grado di intercettare fondi e di saperli gestire con continuità. Ma per scriverla, tale proposta, c’è bisogno del contributo di tutti.

Il Parco naturale regionale "Terra delle Gravine" è stato istituito il 20 dicembre 2005 con Legge Regionale n° 18 e successivamente modificato con L.R. 6/2011. Si estende sul territorio di 13 comuni della Provincia di Taranto (Ginosa, Laterza, Castellaneta, Mottola, Massafra, Palagiano, Palagianello, Statte, Crispiano, Martina Franca, Montemesola, Grottaglie e S. Marzano) e di un comune della provincia di Brindisi (Villa Castelli) per un totale di circa 25.000 ettari. E’ la più estesa area protetta regionale. Le gravine dell' arco jonico dal punto di vista naturalistico sono considerate delle vere e proprie "isole" abitate da diverse specie vegetali ed animali di grande interesse.

Il Parco naturale “Terra delle Gravine” però è un parco solo sulla carta, una grande risorsa per il territorio che purtroppo non ha mai portato alle comunità e agli attori coinvolti, quei benefici tanto annunciati prima della sua costituzione. Ecco perché diventa più che mai opportuno provare a sedersi nuovamente attorno ad un tavolo, e ascoltare le esigenze di tutti. Le questioni da affrontare sono tante. Alcuni esempi: i confini e la perimetrazione considerando la forma irregolare e frastagliata del Parco; l’approccio alle aree del Sin, sito di interesse nazionale, la caratterizzazione delle produzioni agricole, le proposte culturali, la ricerca scientifica, le risorse da destinare.

Il parco naturale “Terra delle Gravine” è un’occasione formidabile di crescita e di diversificazione imprenditoriale in un territorio dove si sente sempre parlare di alternativa alla grande industria. Ora spetta alla Regione Puglia predisporre e coordinare un tavolo per dare un segnale forte d’interesse verso le comunità dell’arco jonico.

M5s denuncia :
a Bari La manutenzione fa... acqua da tutte le parti!
riceviamo e pubblichiamo
 
Avevamo già preventivato che i 2 Consigli Comunali monotematici con ordine del giorno la situazione degli allagamenti cittadini non avrebbero raggiunto il numero legale, per questo ci siamo premurati di inoltrare apposito esposto alla Procura della Repubblica per accertare e valutare se nei fatti, negli atti e nei comportamenti dell'Amministrazione e dell'Acquedotto Pugliese ci fossero situazioni da chiarire, penalmente rilevanti. Richiediamo di procedere, in caso affermativo, nei confronti dei soggetti responsabili. La città ha subito gravi disagi a causa degli allagamenti, i cittadini hanno vissuto un malessere generale, nonostante l'Amministrazione nei mesi precedenti sembrava quasi sensibile a tale tematica. Vogliamo chiarezza sulla questione e pretendiamo una città più sicura e agevole.
 

 

 

 
Nei prossimi giorni vi aggiorneremo sul nostro sito web www.bari5stelle.it e sulla pagina Facebook del MoVimento 5 Stelle di Bari.
Ricordiamo ai cittadini che domani ci sarà il Question Time, e gli invitiamo, nell'apposito form del nostro sito web, a inviarci le domande che vorrebbero porre a Sindaco ed Assessori.
Le più interessanti saranno portate in Consiglio Comunale dal M5S!

I portavoce del M5S Bari, Sabino Mangano, Francesco Colella, Italo Carelli, Alessandra Simone, Claudio Carone, Davide De Lucia e Vito Saliano.

Portavoce M5S Bari Municipio 4 Vito Saliano:Progetto “Pane Pagato”

riceviamo e pubblichiamo

«Approvato, finalmente, anche dal Consiglio del Municipio 4 all'unanimità il progetto “Pane Pagato” nato dalla proposta del MoVimento 5 Stelle “Pane in Sospeso”. La proposta “Pane in Sospeso”, da me depositata per il Municipio 4 nel lontano 2014, è stata modificata in “Pane Pagato” e approvata in pochi mesi dal Consiglio del Municipio 1 grazie al lavoro svolto dal mio collega Portavoce M5S Italo Carelli in collaborazione con le altre parti politiche. Fortunatamente approvato dal Municipio 1 vista l’inefficienza della Prima Commissione del Municipio 4 presieduta dal PD Menolascina, priva della più elementare programmazione e incapace di lavorare autonomamente a qualsivoglia progetto, che, anche in questo caso, si è limitata a copiare quanto già fatto. Tornando al merito, il Progetto sarà cosi composto: Prima Fase ● Istituzione di un elenco di esercenti che intendono aderire all’iniziativa, depositato presso la Confartigianato, di cui una copia deve essere trasmessa agli Uffici del Municipio 4; ● Avvio del progetto attraverso un’attività di pubblicizzazione presso i panifici operanti il territorio, con esposizione del logo del progetto, da parte della Confartigianato mentre il Municipio 4 ne darà diffusione mediante una conferenza stampa, Segretariato Sociale ed altri mezzi di comunicazione. Seconda Fase ● Il cliente, dopo aver comprato il pane per sé, verrà invitato ad acquistarne uno o più in beneficenza che saranno poi lasciato in attesa in negozio; ● Il fornaio provvederà a sistemare sul banco vendita il “Pane in attesa” in bella vista; ● Le persone che ne avranno bisogno potranno ritirare il pane gratuitamente. "Nessuno deve rimanere indietro" per noi non è solo uno slogan ma un obbiettivo che perseguiamo in ogni proposta.» Portavoce Consigliere M5S al Consiglio del Municipio 4 di Bari Vito Saliano
.

Borraccino,lese le prerogative del Consiglio, su mozione referendum

riceviamo e pubblichiamo

Il presidente Loizzo dichiara inammissibile la mozione sul referendum del 4 Dicembre. Lese le prerogative del consiglio!

"E’ un atto grave e del tutto immotivato, che lede profondamente le prerogative del Consiglio Regionale”.
Con queste parole Mino Borraccino, consigliere regionale di Sinistra Italiana e Presidente della II Commissione, ha commentato la scelta operata dal Presidente del Consiglio Regionale, Mario Loizzo, che, all’esito di una lunga discussione in Conferenza dei Capigruppo, ha dichiarato la INAMMISSIBILITÀ della mozione sul referendum costituzionale depositata dallo stesso Borraccino il 7 ottobre scorso.
“Il Presidente Loizzo, con la decisione di oggi, si è assunto dinnanzi al Consiglio Regionale una grave responsabilità politica,  impedendo che nella massima assise regionale si possa discutere, ciascuno con le proprie idee, del referendum del prossimo 4 Dicembre e cioè di un tema così importante e avvertito da tutti i cittadini, che sta monopolizzando l’attenzione di tutti gli osservatori politici e di tutti i media nazionali.
E’ davvero paradossale che di questo referendum, che rischia di stravolgere il nostro assetto istituzionale e costituzionale, con pesanti ripercussioni sulle funzioni e sulle attribuzioni delle Regioni, si possa parlare ovunque, così come sta avvenendo con centinaia di manifestazioni ogni giorno in tutte le parti d’Italia, tranne che nell’Aula di Via Capruzzi che, al contrario, dovrebbe essere il luogo deputato al confronto democratico su un tema di così scottante attualità.
E invece, il Presidente Loizzo, appellandosi ad inesistenti ragioni regolamentari, impedisce lo svolgimento di un dibattito che avrebbe avuto lo scopo di informare i cittadini e di fornire un contributo di conoscenza affinchè tutti i pugliesi possano recarsi alle urne con un maggior grado di consapevolezza conoscendo anche ufficialmente l'orientamento dei 50 consiglieri regionali, votati dai pugliesi.
Tutto questo viene impedito, riducendo il Consiglio Regionale al silenzio sul futuro assetto istituzionale che rischia di stravolgere il rapporto tra Regioni e Stato centrale, a tutto vantaggio di quest’ultimo.
E’ una pagina triste, quella che oggi ha scritto il Presidente Loizzo che ha dimostrato, per evidenti motivi politici, di non avere a cuore le prerogative del Consiglio Regionale.
Anche per questo, Sinistra Italiana moltiplicherà i suoi sforzi ed il suo impegno su tutto il territorio regionale nelle prossime due settimane per informare quanti più cittadini possibile sulla necessità di recarsi alle urne, il prossimo 4 dicembre, e respingere, con una valanga di NO, questa pasticciata riforma costituzionale che rappresenta un rischio per il nostro sistema istituzionale. Sarà quella che i cittadini daranno nelle urne la migliore risposta anche a chi, come il Presidente Loizzo, ha di fatto soffocato il dibattito in Consiglio Regionale sui contenuti di questa brutta riforma”.

Cosimo Borraccino
Sinistra Italiana

Cerca nel giornale

Pubblicità

Fatti Opinioni e Appuntamenti

  1. Editoriali
  2. Opinioni
  3. Appuntamenti
Image Lunedì 18 il Presidente Mattarella a Taranto
Giovedì, 14 Settembre 2017
  Insieme al Ministro della P.I. Fedeli inaugurerà l'anno scolastico - Diretta su Rai1 Read More...
Image Si rifarà a Taranto l’evento di Santa Cecilia?
Lunedì, 11 Settembre 2017
  L’assessore Tilgher ha invitato Rubino il quale ha prospettato anche Portici d’Estate Read More...
Image Festa della zucca e del pomodoro giallo-rosso
Domenica, 10 Settembre 2017
CRISPIANO (TA) 16 e 17 SETTEMBRE 2017 Read More...
Image Taranto: Giornata Mondiale dell’Alzheimer
Domenica, 10 Settembre 2017
  Dal 21 al 29 settembre Falanthra Onlus celebra a 360 gradi   “AMARE SENZA FRONTIERE”  -  Un grande evento sostenuto dal... Read More...
Image Due Mari WineFest
Venerdì, 08 Settembre 2017
  Read More...
next
prev

Politica

  1. Locale
  2. Nazionale
  3. Regionale
  4. Dal Mondo
next
prev

Meteo

Meteo Puglia

Redazione Calabria

I nostri video

Informazioni

 www.oltreilfatto.it
 Tribunale di Taranto nr. 2/2015
 Editore: Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze

 via Principe Amedeo 378 - 74121 Taranto

Partita IVA 02754720734 - REA TA - 187168
Direttore Responsabile: dott. Francesco Ruggieri
e-mail: redazione@oltreilfatto.it

Opinion Maker

Chi sono gli Opinion Maker? Vuoi diventarlo? leggi QUI

 

VISITE

Copyright

2016 Tutti i diritti riservati Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze l'utilizzo anche parziale dei contenuti (testi , foto, video) è consentita solo su epressa autorizzazione e previo citazione della fonte.