-------Oggi è: --------
fShare
9

INPS

 

 

Da domani 3 gennaio l’erogazione degli importi; rivalutazione provvisoria, conguaglio a febbraio

Probabilmente, seguendo il ragionamento del Presidente del Consiglio, “neppure l’Avaro di Molière si accorgerà..” di quanto, tra ritardati pagamenti (diversi nel 2019 a cominciare da gennaio) e parziale rivalutazione Istat, perderanno i pensionati italiani. Non quelli d’oro! La prima mensilità sarà erogata domani 3 gennaio. Chi ha il conto corrente stabile sul rosso se ne accorgerà e come! I primi pagamenti conterranno l’intera rivalutazione, pari all’1,10%, ma dal mese di febbraio interverranno i conguagli negativi a carico di chi subirà l’ennesima sforbiciata (già una volta giudicata incostituzionale).

Queste le rivalutazioni secondo alcune tabelle ( non ufficiale – fonti giornalistiche):

Importo LORDO/mese

Percentuale rivalutazione 2019

Entro 1522,26

1,100%

Entro 2030,00

1,067%

Entro 2537,00

0,847%

Entro 3045,00

0,572%

Entro 4080,00

0,517%

Entro 4567,00

0,495%

Entro 4587,00

0,44%

Questi invece i valori delle altre pensioni (non ufficiale – fonti giornalistiche):

Prestazione

Importo mensile €

Pensioni minime

513,00

Pnesioni sociali

377,00

Assegni sociali

458,00

Invalidità civile

288,00

Indennità accompagno

518,00

Il provvedimento del governo giallo verde, che taglia ancora una volta pensioni medio basse, replica quanto già fatto dal governo Monti-Fornero. Quel provvedimento fu cassato dalla Corte Costituzionale (116/2013). Provvedimento che impose al governo Renzi la restituzione di quanto illegittimamente sottratto ai pensionati. Restituzione che avvenne solo parzialmente. Non è vero che neppure l’ avaro di Molière si accorgerà della riduzione della rivalutazione. Innanzitutto va chiarito che una pensione di poco più di 1.200,00 euro netti consente appena ad un nucleo familiare medio di 4 persone mono reddito di sopravvivere. Altro è colpire, in forma di contributo di solidarietà UNA TANTUM, pensioni realmente alte. Perché poi, se neppure l’avaro di Molière si accorgerebbe della riduzione, il governo lo ha fatto? Cosa ne guadagna? Almeno si risparmi la beffa! Vogliamo poi chiarire una volta per tutte che la rivalutazione Istat è una PARZIALE garanzia del potere d’acquisto delle pensioni di fronte ai continui aumenti di beni essenziali? Lo saprà il Primo ministro che a gennaio il gas aumenta del 3% circa? E di tutto ciò che aumenterà in ogni settore? E, infine, saprà sicuramente il governo che perdurando negli anni il taglio, parziale o totale, della rivalutazione Istat si produce un effetto “somma” che negli anni produce una sensibile perdita del potere d’acquisto delle pensioni. Secondo la Corte Costituzionale eventuali tagli devono: ….operare all'interno del complessivo sistema della previdenza; essere imposti dalla crisi contingente e grave del predetto sistema; incidere sulle pensioni più elevate (in rapporto alle pensioni minime); presentarsi come prelievo sostenibile; rispettare il principio di proporzionalità; essere comunque utilizzato come misura una tantum» (Sentenza 173/2016). L’Una tantum di fatto dura almeno dal 2011! Ormai è “una semper!”

Sarebbe interessante comprendere cosa ne pensino gli eletti locali, o quanti negli ultimi tempi, conosciamo anche diversi pensionati medio/bassi, che sono transitati dal partito storico di appartenenza alla Lega. Qui ogni spazio è disponibile. 

fShare
9

Cerca nel giornale

Pubblicità

Fatti Opinioni e Appuntamenti

  1. Editoriali
  2. Opinioni
  3. Appuntamenti
next
prev

Politica

  1. Locale
  2. Nazionale
  3. Regionale
  4. Dal Mondo
next
prev

Meteo

Meteo Puglia

Redazione Calabria

I nostri video

Informazioni

 www.oltreilfatto.it
 Tribunale di Taranto nr. 2/2015
 Editore: Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze

 via Principe Amedeo 378 - 74121 Taranto

Partita IVA 02754720734 - REA TA - 187168
Direttore Responsabile: dott. Francesco Ruggieri
e-mail: redazione@oltreilfatto.it

Visite

Opinion Maker

Chi sono gli Opinion Maker? Vuoi diventarlo? leggi QUI

 

Copyright

2016 Tutti i diritti riservati Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze l'utilizzo anche parziale dei contenuti (testi , foto, video) è consentita solo su epressa autorizzazione e previo citazione della fonte.