-------Oggi è: --------

 Regione Puglia

 

Regione Puglia: a capo del dipartimento Salute nominato "ad interim" Lino Albanese

Dopo le dimissioni di Giancarlo Ruscitti dal suo incarico di direttore del dipartimento Promozione della Salute, del Benessere Sociale e dello Sport per Tutti della Regione Puglia, saltano le ipotesi che vedevano al suo posto o Vito Montanaro (ex direttore generale della Asl Bari), o Giovanni Gorgoni (attuale d.g. dell'Ares Puglia), o (quella più gradita a Michele Emiliano), Giovanni Campobasso (dirigente dello stesso dipartimento Salute). Ipotesi abbandonate, perché il regolamento del Maia (ovvero il modello dipartimentale con il quale sono organizzati gli uffici di vertice della Regione Puglia), impone che in caso di cessazione anticipata del mandato di un capo dipartimento, la struttura in questione venga affidata "ad interim" a un altro capo dipartimento, in attesa che venga espletato l'avviso pubblico per riaffidare l'incarico.

Il timone del dipartimento Salute quindi passa "ad interim" a Lino Albanese, direttore del dipartimento Risorse Finanziarie e Strumentali, Personale e Organizzazione della Regione Puglia.

Ma la strada che porterà alla scelta di un nuovo manager disposto a prendere la direzione del dipartimento Salute è tutt'altro che semplice... ma vediamo il perché...

Innanzitutto, va detto che Michele Emiliano desidera un manager che provenga da fuori regione (come Ruscitti). In secondo luogo il regolamento del Maia prevede che gli incarichi apicali al dipartimento abbiano una durata massima di 90 giorni dopo l'elezione del nuovo presidente di Regione. Quindi, considerato che le prossime regionali saranno nella primavera del 2020, il prossimo direttore di dipartimento avrà una nomina per poco più di un anno.

Questo, quasi certamente, farà sì che i manager di spessore, che attualmente operano nella sanità, non abbiano nessun interesse a partecipare a un bando per una poltrona da occupare per così poco tempo.

Comunque, in attesa che si delinei il destino del dipartimento Salute, nel frattempo, il direttore generale della Asl Lecce, Ottavio Narracci (sospeso lo scorso dicembre, perché finito agli arresti), ha formalizzato le sue dimissioni. Quindi la giunta regionale pugliese ha potuto provvedere alla nomina di un commissario straordinario nell'attesa di bandire ed espletare un nuovo avviso pubblico per la scelta del nuovo d.g. Quindi, momentaneamente la Asl Lecce verrà governata dal commissario straordinario Rodolfo Rollo (direttore sanitario della stessa Asl), che prende il posto del direttore amministrativo, Antonio Pastore, che dall'arresto di Narracci ha fatto le funzioni del d.g., in quanto il più anziano fra i due direttori.

Cosimo Lucaselli

Cerca nel giornale

Pubblicità

Fatti Opinioni e Appuntamenti

  1. Editoriali
  2. Opinioni
  3. Appuntamenti
next
prev

Politica

  1. Locale
  2. Nazionale
  3. Regionale
  4. Dal Mondo
next
prev

Meteo

Meteo Puglia

Redazione Calabria

I nostri video

Informazioni

 www.oltreilfatto.it
 Tribunale di Taranto nr. 2/2015
 Editore: Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze

 via Principe Amedeo 378 - 74121 Taranto

Partita IVA 02754720734 - REA TA - 187168
Direttore Responsabile: dott. Francesco Ruggieri
e-mail: redazione@oltreilfatto.it

Visite

Opinion Maker

Chi sono gli Opinion Maker? Vuoi diventarlo? leggi QUI

 

Copyright

2016 Tutti i diritti riservati Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze l'utilizzo anche parziale dei contenuti (testi , foto, video) è consentita solo su epressa autorizzazione e previo citazione della fonte.