-------Oggi è: --------

confstampafornaro14

Il consigliere comunale Vincenzo Fornaro, questa mattina, nel Palazzo Latagliata, unitamente ad Alessandro Marescotti di Peacelink e a Luciano Manna di veraleaks.org, ha tenuto una conferenza stampa, per rendere noto che i dati sulla diossina comunicati da Arpa sono in crescita. Chiedono in sostanza alle istituzioni scientifiche preposte, di sapere il perché. Visto che nella  masseria Carmine dove è posizionata la centralina di rilevamento i valori segnalati negli ultimi mesi non per nulla rassicuranti.

fornaro

Vincenzo Fornaro ha fornito i dati di rilevamento Arpa (“Abbiamo richiesto l’accesso agli atti per ottenerli”,ha dichiarato). Questi dati evidenziano come la presenza di diossina nel deposimetro collocato nella sua masseria sia aumentata nei valori, sulla media annuale, nei mesi estivi del 2018 fino a ottobre (“Aspettiamo i dati ora di novembre e dicembre 2018, gennaio e febbraio 2019”) “Quello che vorremmo capire è come mai i dati validati da Arpa e che riguardano la diossina sono in crescita. Vorremmo spiegazioni sul perché di tale aumento, visto che la produzione nello stabilimento siderurgico non è aumentata, per questo andrebbe conosciuto il motivo. Pur sapendo che non esiste una norma, come in Germania, il cui limite è fissato a 4, laumento deve farci preoccupare. Il valore medio allinterno dello stabilimento è di 10, mentre alla masseria Carmine è di 7, anche se in alcuni momenti è arrivata a 13. Eimportante sapere i valori rilevati dalle altre centraline, senza abbassare la guardia.

Al sindaco Melucci, replicano di non professare sciamanismo, semmai la loro va considerata una cittadinanza scientifica, cosi come accade in altri stati. Sarebbe ora che ci ascolti, hanno riferito invece, di accusarci di essere sciamani. Continueremo a vigilare ed a proseguire la battaglia.

Alla conferenza era presente anche la mamma di Giorgio De Ponzio, Carla Lucarelli, il ragazzo deceduto da circa un mese, stroncato dal trumore, :“Sono qui ma qui in verità c’è Giorgio. Non può andare avanti così, perchè io penso a quel che potrà ancora accadere se non si dice basta a tutto questo”, ha dichiarato.

Terminano dicendo che a fine mese sarà consegnato in procura lesposto con le migliaia di firme raccolte.

Taranto ha atteso troppo, concludono.

Gianfranco Maffucci

 

questo un estratto della comunicazione ufficiale:

Questi sono i dati del deposimetro della masseria Carmine nel 2018:
 
1,33 pg/m2 die  gennaio  
1,28 pg/m2 die  febbraio  
1,14 pg/m2 die  marzo
1,42 pg/m2 die  aprile
1,58 pg/m2 die  maggio
4,2   pg/m2 die  giugno
10,68 pg/m2 die  luglio
8,49 pg/m2 die  agosto
13,17 pg/m2 die  settembre
27,3 pg/m2 die  ottobre 2018
7,059 PCDD-F + PCB DL (deposimetro)
 
Tali dati cumulano le diossine, i furani e i PCB dioxin like e ne quantificano la tossicità equivalente.
 
In Germania la media annua concessa per le deposizioni di diossine, furani  PCB DL nelle aree di pascolo è di 4 pg/m2 die. Il Comitato per il controllo dell’inquinamento nei Länder tedeschi ha fissato questo valore che è il valore raccomandato per la pianificazione e controllo dell’inquinamento dell’aria a lungo termine.
 
Questo valore di 4 pg/m2 die è stato ripreso in passato da Arpa Puglia che nel 2014 scriveva: “Nonostante l'assenza di normative specifiche, esistono valori di riferimento sviluppati sulla base della valutazione del rischio per la popolazione esposta o sull'analisi statistica dei valori osservati. 
 
In Germania è in uso una linea guida che indica un valore massimo tollerabile per la deposizione atmosferica pari a 4 pg WHO-TEQ/ m2 die (somma PCDD/F + DL-PCB) specifica per i siti di pascolo”. Sono parole tratte dalla ricerca, presentata l'11 settembre 2014 al SIPAOC, dal titolo: "Impatto delle deposizioni atmosferiche totali di contaminanti organici persistenti in aree ad elevata densità industriale" Autori: V. ESPOSITO, A. MAFFEI, V. ROSITO, R. GIUA, M. BLONDA, G. ASSENNATO.
 
Come si può notare i dati delle deposizioni della masseria Carmine superano nettamente i valori tedeschi sopra citati.
 
Vogliamo andare avanti nella conoscenza dei dati e il prossimo passo sarà quello di acquisire in particolare i valori di diossina dei vari deposimetri all'interno dell'ILVA.
 
Siamo solo all'inizio, la nostra azione andrà avanti, nessuno ci fermerà.
 
Vincenzo Fornaro
Fulvia Gravame
Carla Luccarelli
Luciano Manna

Cerca nel giornale

Pubblicità

Fatti Opinioni e Appuntamenti

  1. Editoriali
  2. Opinioni
  3. Appuntamenti
next
prev

Politica

  1. Locale
  2. Nazionale
  3. Regionale
  4. Dal Mondo
next
prev

Meteo

Meteo Puglia

Redazione Calabria

I nostri video

Informazioni

 www.oltreilfatto.it
 Tribunale di Taranto nr. 2/2015
 Editore: Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze

 via Principe Amedeo 378 - 74121 Taranto

Partita IVA 02754720734 - REA TA - 187168
Direttore Responsabile: dott. Francesco Ruggieri
e-mail: redazione@oltreilfatto.it

Visite

Opinion Maker

Chi sono gli Opinion Maker? Vuoi diventarlo? leggi QUI

 

Copyright

2016 Tutti i diritti riservati Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze l'utilizzo anche parziale dei contenuti (testi , foto, video) è consentita solo su epressa autorizzazione e previo citazione della fonte.