-------Oggi è: --------

 Cataldino

 

 riceviamo e pubblichiamo

L’Assessore Cataldino chiede più politica e meno polemica

 

Ho letto con grande, grandissima attenzione il comunicato del consigliere Vietri sul primo anno dell’amministrazione Melucci. Di tanto in tanto, preso dalle difficoltà di un'opposizione collettiva e costruttiva, si lascia andare a note aggressive e debordanti. Da assessore politico, ho comunque letto con attenzione perché nutro sempre profondo rispetto per posizioni differenti dalle mie, sperando di poterne, a volte, ricavare spunti per migliorare la mia azione in politica. Purtroppo trovo che questa volta la politica abbia lasciato ampiamente il passo alla polemica. Capisco che nell’era delle piazze virtuali faccia presa un linguaggio tutto sparato al negativo, ma penso che tutti noi dovremmo essere capaci di dire altro, che tutti noi abbiamo il dovere di "alzare quella famosa asticella". Nessuno può chiamarsi fuori per una manciata di like. Se così non dovesse essere, se quella responsabilità di volare alto, se quella tensione verso la costruzione non dovesse diventare patrimonio di tutti noi, ognuno nel suo specifico ruolo, il livellamento verso il basso della classe dirigente tarantina sarà inesorabile. E’ chiaro, avere a che fare con un sindaco scomodo è complicato. Lo è stato per me per molti mesi e ho vissuto un periodo di riflessione e di confronto. Un sindaco non accomodante, capace di spiazzare i presenti in un convegno sindacale (ebbene si in prima persona, addirittura senza sottrarsi al confronto) dicendo che anche i sindacati hanno il dovere/diritto di elevarsi,  ispirarsi al pensiero dei grandi sindacalisti del passato e consegnarci  la loro parte di contributo alla crescita che questo territorio aspetta da tutti noi. Un sindaco che affronta in modo duro le questioni politiche, azzerando giunta, rinominando consigli di amministrazione, con modi e tempi che hanno spiazzato anche il sottoscritto che li richiedeva. E Vietri che ha come me molti anni di consiglio comunale alle spalle sa di che parlo. Perché questa volta, questo sindaco suo coetaneo, sta muovendo in direzione ostinata e contraria alla  consuetudine. Capisco, con un sindaco più “leggibile” politicamente, sicuramente sarebbe stato più semplice applicare le liturgie dell’opposizione classica. Un sindaco che invece non “celebra la messa”, come tutti vorrebbero pur di avere vita semplice, spariglia le carte. Probabilmente questa azione dopo un anno inizia ad essere percepita dai cittadini come nuova, più vicina e diretta. Per questo spesso invece che portando proposte, la si contrasta reiterando cose che hanno già avuto ampia risposta, condite da affermazioni di bassa lega, che poi spiace risultino più volgari che utili. Sui grandi temi a me sembra che siano state prese dall’amministrazione posizioni nette e spero che altrettanto facciano alcune forze politiche che ad oggi paiono attestarsi in mezzo al fiume incapaci di decidere se andare avanti o indietro. Lo facciano prima che la piena del fiume, prossima ad arrivare, li travolga. Per quanto mi riguarda mi scuso, sono consapevole di non rappresentare un’eccellenza, ma rappresento sicuramente chi ha voglia di provare a dare un contributo a far sì che sia Taranto con la sua provincia a raggiungerla. Per questo nei prossimi giorni con gli uomini della polizia municipale, mai apprezzati per il tanto lavoro svolto con così poche risorse umane, l’amministrazione, in azione congiunta delle direzioni coinvolte, riattiverà il prelievo dei mezzi in sosta vietata durante lo spazzamento notturno ed avvierà una severa azione di contrasto all’abusivismo commerciale per tutelare il commercio legale e il decoro urbano. Su questi interventi ognuno eserciterà la sua azione critica, immagino che per alcuni il prelievo mezzi diverrà vessazione dei cittadini e la lotta agli abusivi si trasformerà in repressione della libera iniziativa. Ma così come non ci aspettiamo alcun “ossequio”, rivendichiamo il diritto di non doverne per ordine costituito. Un anno è servito a cambiarci. Il prossimo facciamo che serva a costruire su quelle fondamenta senza pregiudizi.

Gianni Cataldino

Cerca nel giornale

Pubblicità

Fatti Opinioni e Appuntamenti

  1. Editoriali
  2. Opinioni
  3. Appuntamenti
Image E ora tutti a PONTIficare!
Giovedì, 16 Agosto 2018
Siamo come nel dopoguerra ma continuiamo a distruggere anziché (ri)costruire Read More...
Image Pulita l'area da noi segnalata; a breve un'azione più stutturale
Venerdì, 03 Agosto 2018
  Intervento spot in emergenza dopo le tante segnalazioni; l'assessore Cataldino assicura che a breve la cura del verde pubblico sarà garantita... Read More...
Image L'Ilva chiude a settembre, forse no, ma.....
Giovedì, 02 Agosto 2018
  I Commissari straordinari hanno confermato ufficialmente ciò che è noto ormai a tutti: manca la liquidità, e non solo quella. "Un paese... Read More...
Image Ilva: mala tempora currunt
Mercoledì, 25 Luglio 2018
    Read More...
next
prev

Politica

  1. Locale
  2. Nazionale
  3. Regionale
  4. Dal Mondo
Image In corso nuovo attentato a Parigi
Giovedì, 20 Aprile 2017
  1 poliziotto morto e uno ferito; anche un attentatore sarebbe stato ucciso Read More...
Image Altro camion sulla gente: questa volta a Stoccolma
Venerdì, 07 Aprile 2017
E' avvenuto alle ore 15 di oggi bilancio provvisorio di alcuni morti e decine di feriti Read More...
next
prev

Meteo

Meteo Puglia

Redazione Calabria

I nostri video

Informazioni

 www.oltreilfatto.it
 Tribunale di Taranto nr. 2/2015
 Editore: Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze

 via Principe Amedeo 378 - 74121 Taranto

Partita IVA 02754720734 - REA TA - 187168
Direttore Responsabile: dott. Francesco Ruggieri
e-mail: redazione@oltreilfatto.it

Opinion Maker

Chi sono gli Opinion Maker? Vuoi diventarlo? leggi QUI

 

VISITE

Copyright

2016 Tutti i diritti riservati Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze l'utilizzo anche parziale dei contenuti (testi , foto, video) è consentita solo su epressa autorizzazione e previo citazione della fonte.