-------Oggi è: --------

dreams

Dallo Yoga del Sogno alla Mindfullness Onirica

Esiste un denominatore comune per la quasi totalità degli esseri umani, sogniamo. Inevitabilmente siamo trasportati in uno stato onirico che ci unifica così come il respiro. Tutti siamo passati dalla vaghezza inspiegabile e leggera di un sogno felice alla terrificante sensazione di un incubo incalzante. Quanti di noi che non siano neurofisiologi, psichiatri, psicologi o meditatori esperti si sono mai chiesti cosa veramente succede durante il nostro sonno nel dipanarsi dei fantastici eventi che costellano i nostri sogni ? La verità ? In qualche modo ce lo siamo chiesti un po tutti, e questo ce lo dice la tradizione popolare che mai si è risparmiata l'attribuzione di significato al contenuto e all'orario dei nostri sogni. Cosa è veramente questo stato della nostra vita in cui indulgiamo gran parte del nostro tempo ? Come possiamo utilizzarlo a nostro e altrui beneficio senza spreco di prezioso tempo ?

Biologicamente pare che una precisa zona del cervello, quella corticale posteriore, si presenta più attiva nell'atto del sognare, si osserva inoltre  la diminuzione  delle onde cerebrali delta , quelle a  bassa frequenza,  e l’aumento di quelle gamma, quelle ad alta frequenza. Che questa attività rilevata sia la causa o l'effetto dell'attività onirica è ancora tutto nel campo delle ipotesi, di fatto i sogni impegnano una bella fetta della nostra vita, e gran parte di noi pare esserne più effetto che causa, i sogni vengono subiti, belli o brutti che siano; che ci si ritrovi all'interno o li si guardi dall'esterno sono sempre  come una sorta di film immersivo dove l'operatore cinematografico monta la pellicola e tutto viene proiettato sul fondo della nostra coscienza senza che apparentemente sia per noi possibile intervenire coscientemente sulla proiezione o addirittura su regia e interpretazione di questi meravigliosi film dotati di tutte le percezioni sensoriali.

Esistono in realtà metodologie antichissime per permettono inizialmente di prendere coscienza dello stato di sogno e in seguito di guidare il sogno nel suo succedersi d'immagini, suoni e sensazioni tattili, arrivando ad utilizzare al meglio il tempo del segno per meditare secondo l'antica scuola o rendersi produttivi secondo una nuova più occidentale tendenza.

Nella tradizione del Buddhismo tipico delle regioni del Tibet esistono diverse pratiche da poter operare in sogno, addirittura interi training mentali e di meditazione da eseguire in questo meraviglioso stato; sono state nei secoli pratiche segrete riservate ad adepti e iniziati di lunga data; solo nella seconda metà del ventesimo secolo maestri tibetani come Choghyal Namkai Norbu (Accademico Docente dell'Università Orientale di Napoli tra il 1962 e il 1992 e Maestro Scuola Dzogchen)  hanno deciso di rendere pubbliche e più accessibili queste metodologie. Parallelamente si sono sviluppate in occidente le pratiche del sogno lucido, mirate ai più svariati intenti onirici, dall'esperienza  ludica a quella  della realizzazione spirituale o più frequentemente all'ottenimento dell'esperienza sensoriale dell'OBE (Out of Body Experience).

Sulla base di queste millenarie esperienze nasce oggi una nuova branca della Mindfullness, quella del Sogno, che rende più accessibile all'uomo moderno queste "tecnologie mentali"; un nuovo wetware che permette di utilizzare un tempo prima non disponibile per raggiungere un nuovo stato di benessere allo stesso modo in cui la mindfullness classica viene utilizzata durante lo stato di veglia.

dr. Francesco Egidio Cipriano

immagine da www.gagarin-magazine.it

 

Cerca nel giornale

Pubblicità

Fatti Opinioni e Appuntamenti

  1. Editoriali
  2. Opinioni
  3. Appuntamenti
next
prev

Politica

  1. Locale
  2. Nazionale
  3. Regionale
  4. Dal Mondo
next
prev

Meteo

Meteo Puglia

Redazione Calabria

I nostri video

Informazioni

 www.oltreilfatto.it
 Tribunale di Taranto nr. 2/2015
 Editore: Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze

 via Principe Amedeo 378 - 74121 Taranto

Partita IVA 02754720734 - REA TA - 187168
Direttore Responsabile: dott. Francesco Ruggieri
e-mail: redazione@oltreilfatto.it

Visite

Opinion Maker

Chi sono gli Opinion Maker? Vuoi diventarlo? leggi QUI

 

Copyright

2016 Tutti i diritti riservati Studio Ruggieri Comunicazione e Consulenze l'utilizzo anche parziale dei contenuti (testi , foto, video) è consentita solo su epressa autorizzazione e previo citazione della fonte.